Ingrediente

finocchietto

Tra le piante aromatiche più apprezzate e preziose, il finocchietto si ritaglia un ruolo di primo piano con il suo profumo intenso e caratteristico, che lo vede protagonista di tante cucine e ricette regionali, come per esempio, quelle del Centro Italia dove lo stesso è un ingrediente molto ambito per preparare le salsicce o, infine, in Sicilia dove lo stesso è indispensabile per preparare la ricetta della pasta con le sarde. La raccolta del finocchietto avviene di principio nel periodo compreso tra i mesi di agosto e di settembre, dopodiché, il finocchietto viene messo ad essiccare in un luogo in cui sia riparato dai raggi solari diretti, giacché gli stessi lo priverebbero dei suoi oli.

Uso in cucina

Il finocchietto è un ingrediente ideale per preparare paste gustose, come quella con le sarde, oltre ad essere perfetto per condire la carne bianca.

Conservazione

Il finocchietto va conservato in un barattolo chiuso ermeticamente e riposto in un luogo fresco ed asciutto.

Curiosità

Lo storico modo di dire "lasciarsi infinocchiare" deriva dal fatto che, in passato, i cantinieri erano soliti offrirne prima di far degustare il vino ai clienti, per coprire eventuale odore di aceto.

Elenco ricette

Speciale Pasqua

Scarica gratuitamente lo speciale e-book di Pasqua: 10 ricette salate + 10 ricette dolci per la tua Pasqua con chi vuoi!
Inserisci la tua email e ti riceverai la tua copia da scaricare.

5 + 2 ?
(leggile qui)