Ingrediente

radicchio belga

L'indivia belga fa parte della famiglia della cicoria, oltre ad essere quindi imparentata anche con il radicchio. La particolarità di questa insalata, è da ricercare nelle sue foglie che sono di un colore pallido, tendente al bianco, oltre che nella consistenza delle stesse, che sono nettamente più tenere rispetto ad altri tipi di insalata: oltre a ciò, bisogna anche ricordare come il gusto dell'indivia belga sia nettamente più amaro rispetto ad altre insalate, e d'altro canto, si tratta di un'indivia particolarmente povera di vitamine, in ragione del fatto che cresce in ambienti bui.

Uso in cucina

L'indivia belga può essere utilizzata per preparare tanti piatti leggeri a base di verdure, come del resto, può anche essere apprezzata come insalata o persino in piatti di carne.

Conservazione

L'indivia belga deve essere conservata al riparo dalla luce solare, giacché quest'ultima le fa cambiare colore: può esser mantenuta un paio di giorni in frigo, o in alternativa, può esser congelata dopo esser stata sbollentata.

Curiosità

L'indivia belga deve il suo colore sbiadito al fatto che cresce al buio: questo esperimento venne effettuato nell'Ottocento dal giardiniere Bréziers.

Elenco ricette

Speciale Pasqua

Scarica gratuitamente lo speciale e-book di Pasqua: 10 ricette salate + 10 ricette dolci per la tua Pasqua con chi vuoi!
Inserisci la tua email e ti riceverai la tua copia da scaricare.

5 + 2 ?
(leggile qui)