Ingrediente

fiori di lavanda

La lavanda è molto ambita per i suoi fiori dal caratteristico colore violaceo e il profumo piacevole ed intenso: fa parte della famiglia delle Lamiacaee e, in realtà, della lavanda esistono la bellezza di quaranta differenti varietà. Originaria del bacino mediterraneo, e in modo particolarmente molto diffusa e coltivata in Francia, la lavanda ha conquistato il mondo intero con il suo profumo e le sue virtù, tra le quali, quelle di natura vasodilatatoria, battericida ed antisettica. La lavanda ha anche un ruolo da non sottovalutare nell'ambito cosmetico, dove la stessa viene utilizzata per preparare tanti profumi o, ancora, dove la stessa ha un ruolo importantissimo nel preservare la salute dei capelli.

Uso in cucina

La lavanda, oltre a profumare piacevolmente giardini e balconi, può essere utilizzata in cucina per preparare oli e dolci di ogni tipo, come per esempio il gelato e le crostate.

Conservazione

Dopo esser stata raccolta, la lavanda si fa essiccare in un luogo buio e fresco, girando i rami a testa in giù, dopodiché, i fiori devono essere messi in un vasetto chiuso ermeticamente.

Curiosità

La lavanda è caratterizzata dal suo colore viola, così delicato e piacevole, da renderla un emblema della riflessione e del silenzio.

Elenco ricette

Speciale Pasqua

Scarica gratuitamente lo speciale e-book di Pasqua: 10 ricette salate + 10 ricette dolci per la tua Pasqua con chi vuoi!
Inserisci la tua email e ti riceverai la tua copia da scaricare.

5 + 2 ?
(leggile qui)