Risotto al Nero di Seppia

Il nero di seppia è notoriamente il liquido contenuto nelle ghiandole delle seppie e che trova un buon impiego anche in cucina, non solo come colorante ma anche come ottimo elemento per conferire sapore e carattere ai piatti a base di pesce. Oltre al nero di seppia, si usano in cucina anche le sacche di nero del polpo o del calamaro, per dar vita a piatti ugualmente gustosi e particolare. Nel veneziano sono molto famose le seppie in umido, preparate rigorosamente con il nero e servite assolutamente con polenta. Non fatevi intimidire dal colore particolare di questo piatto e, se vi trovate in zona, recatevi presso un buon ristorantino lagunare ed ordinatele subito: ne diventerete dei grandi fan! E a casa? Gli esperti di Galateo suggeriscono di evitare di servire preparazioni a base di nero di seppia quando si hanno ospiti....l'eventualità di fare conversazione con la bocca sporca di nero sarebbe assolutamente da evitare! Ma come si fa a privarsi di un simile piacere? Questo risotto fa venir l'acquolina in bocca solo a guardarlo! .

Ingredienti

Fai la spesa dal nostro shop online

Cece nero pugliese

Cece nero pugliese

Maccheroni di orzo

Maccheroni di orzo

Pomodori ciliegini sott'olio essiccati al sole

Pomodori ciliegini sott'olio essiccati al sole

Fichi secchi mandorlati

Fichi secchi mandorlati

Indicazioni per la preparazione
30 minuti di preparazione
20 minuti di cottura
1 persona
Condividi sui social
Vuoi suggerire questa ricetta ai tuoi amici?
L'hai preparata? Raccontalo!
Pin it!

Preparazione

Pulite per bene le seppie togliendo occhi, becco, interiora e pellicina.
Tenete da parte i tentacoli e il resto tagliatelo a fettine sottili.
Fate saltare le seppie tagliate con un po' di cipolla e olio e poi fatele cuocere con qualche mestolo di brodo di pesce e un po' di prezzemolo per venti minuti.
Aggiungete quindi il riso e fatelo rosolare, poi spruzzate con un po' di vino bianco, e quando sarà evaporato, aggiungete il brodo fino a coprire e spremeteci il nero di seppia.
Portate a cottura versando altro brodo solo quando il precedente sarà evaporato.
Prima di servire unite al riso il rimanente prezzemolo.
Servite con i tentacoli cotti alla piastra posizionati sopra il riso.

Consigli
Se volete aggiungere ancor più sapore e carattere a questo risotto, aggiungeteci un cucchiaino (non di più) di concentrato di pomodoro!
Curiosità
Una volta il nero di seppia veniva usato non solo in cucina, ma anche come inchiostro.

Tutti i passi per la preparazione

**Clicca sulle foto per accedere al passo passo completo!

Commenti