Toufu con alghe miste

Questa ricetta di toufu con alghe miste è perfetta per tutti gli amici vegani e non solo. La suggeriamo anche a tutti coloro i quali desiderano assaggiare qualcosa di differente dal solito, lontano dai consueti sapori mediterranei e pur tuttavia sano e nutriente. Superata la prima probabile diffidenza nei confronti di questi cibi così diversi dal quelli ai quali il nostro palato è abituato e forse al rifiuto psicologico di mangiare alghe, troverete nel toufu con alghe miste una piacevole sorpresa. Il sapore delicato del toufu si combina perfettamente con quello aromatico delle alghe miste: wakame, dulse, hijiki e arame sono tutte alghe provenienti dai mari attorno al Giappone e si sposano alla perfezione con il toufu. Un goccio di salsa di soia infine sottolinea il tutto, donando carattere e sapidità. E non finisce qui, perchè il toufu con alghe miste è anche un piatto capace di saziare anche gli stomaci più esigenti: l'apporto proteico offerto dal toufu è notevole, così come quello di vitamine e fibre offerto dalle alghe.

Ingredienti

Fai la spesa dal nostro shop online

Farina BIO di grano saraceno

Farina BIO di grano saraceno

Foglie d'ulivo di semola

Foglie d'ulivo di semola

Orecchiette con pesto alle cime di rapa e antipasto

Orecchiette con pesto alle cime di rapa e antipasto

Tarallini aglio, olio e peperoncino

Tarallini aglio, olio e peperoncino

Indicazioni per la preparazione
10 minuti di preparazione
10 minuti di cottura
1 persona
Condividi sui social
Vuoi suggerire questa ricetta ai tuoi amici?
L'hai preparata? Raccontalo!
Pin it!

Preparazione

Mettere a bagno le alghe in poca acqua che poi si utilizzerà per la cottura.
Tagliare qualche fetta di toufu e farla scottare da entrambi i lati in un filo d'olio d'oliva.
Aggiungere le alghe ammollate e la loro acqua di cottura.
Aggiungere un po' di salsa di soia per insaporire ulteriormente e far cuocere a fuoco lento per 10 minuti.

Consigli
Nella cucina vegana le alghe trovano largo impiego: potete dunque friggerle in tempura, ovvero dopo averle impanate in una pastella di acqua e farina, oppure aggiungerle a zuppe a base di legumi. In questo secondo caso otterrete delle preparazioni calde e nutrienti perfette per le cene invernali.
Curiosità
Le alghe che trovate in questa ricetta crescono nei mari giapponesi e vengono esportate fino ai nostri paesi essiccate. L'alga wakame è un'alga bruna nota per esser ricca di acido folico, ottima per unghie e capelli e per la circolazione sanguigna; l'alga dulse è invece un'alga rossa molto ricca di ferro e pertanto ottima sia nei casi di anemia che in gravidanza; l'alga hijiki è invece un'alga bruna nota per aiutare a tenere sotto controllo il colesterolo ed a limitare la carie; infine, l'alga arame, il cui nome scientifico è Eisenia Byciclis, è anch'essa un'alga bruna, ed è famosa per essere d'aiuto contro i disturbi dell'apparato riproduttore femminile.

Commenti