Zuppa Toscana

Ingredienti

Fai la spesa dal nostro shop online

Albarossa Salento IGP Vino Rosato, Palama

Albarossa Salento IGP Vino Rosato, Palama

I Pelati gialli al naturale

I Pelati gialli al naturale

Ceci bianchi con verdure

Ceci bianchi con verdure

Formaggio pecorino morbido da tavola

Formaggio pecorino morbido da tavola

Albarossa Salento Vino Rosso Primitivo IGP, Palama

Albarossa Salento Vino Rosso Primitivo IGP, Palama

Olive celline denocciolate, in salamoia

Olive celline denocciolate, in salamoia

Sugo artigianale alle olive celline 250gr

Sugo artigianale alle olive celline 250gr

Vincotto di ciliegie

Vincotto di ciliegie

Indicazioni per la preparazione
150 minuti di preparazione
6 persone
Condividi sui social
Vuoi suggerire questa ricetta ai tuoi amici?
L'hai preparata? Raccontalo!
Pin it!

Preparazione

Mettete a bagno in abbondante acqua fredda per una notte, e in ciotole separate i ceci, i borlotti e cannellini. Lavate il farro poi tenetelo a bagno, sempre in acqua fredda, per 8 ore. Scolatelo e sciacquatelo accuratamente. Trascorso il tempo dell'ammollo, scolate e sciacquate i legumi. Quindi versateli in una capace pentola, copriteli con 3,5 litri circa di acqua, portate lentamente a ebollizione e cuocete coperto per circa 2 ore a fuoco basso. Salate. A fine cottura, scolate i legumi e conservate un litro di acqua di cottura. Tritate finemente la pancetta e il rosmarino poi metteteli in una casseruola dove avrete fatto scaldare 6 cucchiai di olio con lo spicchio d'aglio schiacciato. Unite il concentrato di pomodoro sciolto in una tazza di acqua calda, e mescolate. Aggiungete l'acqua di cottura dei legumi tenuta da parte e quando inizierà a prendere bollore aggiungete il farro; fatelo cuocere a fuoco basso per i ora e mezza circa. Infine regolate di sale. A fine cottura mescolatevi i legumi cotti e lasciate insaporire per pochi minuti. Adagiate sul fondo di una zuppiera le fette di pane e versatevi sopra la zuppa. Condite con un filo d'olio crudo, un pizzico di pepe nero macinato al momento e servite.

Commenti