tacchino o cappone alla storiona

Fai la spesa dal nostro shop online

Caroselle, o finocchio selvatico

Caroselle, o finocchio selvatico

Frutta di pasta di mandorle martorana 280gr

Frutta di pasta di mandorle martorana 280gr

Confettura di fichi

Confettura di fichi

Sponza frise

Sponza frise

Condividi sui social
Vuoi suggerire questa ricetta ai tuoi amici?
L'hai preparata? Raccontalo!
Pin it!

Preparazione

ricetta del ratto: pulire e lavare il cappone (o il tacchino), quindi farcirlo con timo, carota, sedano, rosmarino, cipolla, chiodi di garofano, noce moscata, pepe in grani e salarlo abbondantemente dentro e fuori. il tacchino (o cappone) viene ricucito e avvolto in un canovaccio. successivamente lessarlo e freddare sempre avvolto nel suo canovaccio da cucina. quando sarà freddo, tagliarlo staccando la carne dalle ossa, disporre in un ampio piatto di portata e coprire di gelatina. sono consigliate anche lamelle di tartufi imprigionate nella gelatina stessa.
ricetta del rossi: in questo caso, il tacchino (o cappone) viene indicato come "alla stiriana". il tacchino viene pulito e farcito però con noce moscata, limone a fettine, prosciutto crudo e foglie d'alloro. quindi lessato, avvolto sempre nel canovaccio da cucina. la cottura non avviene in questo caso in semplice acqua e sale, ma in un potage dove bollono nell'acqua, sedano, prezzemolo, carota e mezzo litro di vino bianco. il rossi consiglia di filtrare il brodo per liberarlo dalle verdure e di guarnire la gelatina nella quale è servito il tacchino con fette di arancia, sedano e prezzemolo.

Commenti